ReGIS per gestire finanziamenti PNRR - pronext ReGIS per gestire finanziamenti PNRR - pronext
wuerth_news
wuerth_news

#lavoriamoci

ReGIS per gestire finanziamenti PNRR

Caratteristiche e istruzioni del sistema di monitoraggio e rendicontazione per i progetti PNRR: l'esempio di cinema e teatri.

INDICE

PREMESSA

COME FUNZIONA IL REGIS PER I SOGGETTI ATTUATORI?

SOGGETTI ATTUATORI PRIVATI: CINEMA E TEATRI

CONCLUSIONI

Premessa

Gli interventi correlati al Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (noto come PNRR) dovranno essere sottoposti a rendicontazione e monitoraggio continui secondo gli obblighi previsti dal D.Lgs. 229/2011.

Il sistema informativo sviluppato dal MEF che garantisce l’assolvimento di tali obblighi si chiama ReGiS.

Il monitoraggio articolato all’interno della piattaforma riguarda i seguenti livelli di sorveglianza.

  • MISURE (investimenti e riforme): monitoraggio dell’avanzamento delle misure tramite il cronoprogramma procedurale e le procedure di attivazione.
  • MILESTONE E TARGET: monitoraggio e rendicontazione dello stato avanzamento e del soddisfacimento dei requisiti associati sulla base della documentazione giustificativa e delle analisi di scostamento quantitativo, qualitativo e temporale.
  • PROGETTI: monitoraggio dello stato di avanzamento finanziario, fisico e procedurale dei progetti afferenti a ciascuna misura di investimento del PNRR. Registrazione inoltre delle informazioni relative ai soggetti destinatari e realizzatori, verificando il rispetto dei requisiti (quali il rispetto del DNSH).

Come funziona ReGIS per i soggetti attuatori?

I soggetti attuatori sono responsabili della realizzazione dei singoli progetti e sono tenuti alla rilevazione continua, costante e tempestiva dei dati dei progetti finanziati.

Nello specifico, il modulo operativo di ReGiS denominato Configurazione e Gestione delle Operazioni, Anagrafica Progetto – Gestione è adibito alla funzionalità di caricamento diretto dei dati sui progetti nelle seguenti sezioni.

  • ANAGRAFICA DI PROGETTO: in questa sezione, si rilevano missione, componente, misura, dettagli anagrafici del CUP, date di inizio e fine, tipologia di operazione, specifiche informazioni in caso di aiuti, localizzazione geografica, campo di intervento e tag climatico/digitale. Nel caso di utilizzo diretto di ReGiS, dopo la creazione del progetto da parte dell’Amministrazione Titolare, tali dati saranno già richiamati sul sistema attraverso i servizi di interoperabilità con il sistema DIPE/CUP.
  • SOGGETTI CORRELATI: soggetti coinvolti nel progetto con vari ruoli. Ad esempio: titolare, attuatore, realizzatore/aggiudicatario, destinatario.
  • GESTIONE DELLE FONTI: informazioni sul finanziamento del progetto nel suo complesso, indicando le fonti e gli importi di ciascuna di esse.
  • CRONOPROGRAMMA/COSTI/INDICATORI: iter procedurale di progetto con le date previste ed effettive per l’avvio e la conclusione degli step predefiniti sulla base della tipologia di operazione. Inoltre la sezione prevede il piano dei costi indicante gli importi previsti ed effettivi, il quadro economico e gli indicatori definiti per precisare il contributo al target e gli indicatori comuni UE della misura a cui il progetto è associato.
  • PROCEDURA DI AGGIUDICAZIONE: dati sulle procedure di aggiudicazione svolte nell’ambito del progetto e l’elenco dei soggetti appaltatori con eventuali subappaltatori legati alle aggiudicazioni.
  • GESTIONE DELLE SPESE: pagamenti sostenuti o costi maturati nell’ambito del progetto comprensivi dei relativi giustificativi di spesa e dei beneficiari.

A fronte dell’inserimento dei dati di avanzamento, il soggetto attuatore attiva, anche più volte al giorno, la pre-validazione degli stessi, eseguendo specifici controlli automatici volti a garantire la coerenza e la completezza dei dati.

Per ciascun progetto sottoposto a verifica verrà resa disponibile al soggetto attuatore la lista puntuale dell’esito dei controlli permettendogli, eventualmente, di rettificare i dati non coerenti o di inserire quelli mancanti.

Sinteticamente, quindi, a carico del soggetto attuatore vi è la gestione dell’avanzamento finanziario, fisico e procedurale.

AVANZAMENTO FINANZIARIO: prevede il caricamento sulla piattaforma degli impegni giuridicamente vincolanti, pagamenti, giustificativi di spesa e documentazione amministrativo/contabile.

AVANZAMENTO FISICO: prevede il caricamento sulla piattaforma del valore degli indicatori relativi al contributo del progetto ai target della misura e del valore degli indicatori comuni UE associati alla misura. Contempla inoltra l’upload di eventuale documentazione a supporto.

AVANZAMENTO PROCEDURALE: prevede il caricamento sulla piattaforma dell’aggiornamento delle date del cronoprogramma, inserimento di CIG ed eventuali procedure di affidamento e documentazione a supporto.

Soggetti attuatori: il caso di cinema e teatri (ma non solo)

In linea generale, una volta ottenuta la titolarità di un finanziamento, come detto sopra, i soggetti attuatori devono adempiere parallelamente alla rendicontazione su ReGIS.

Tra questi, quindi, anche i soggetti della macro-categoria cinema e teatri che hanno partecipato con successo alla recente iniziativa per interventi di efficientamento energetico attraverso il bando del Ministero della Cultura devono procedere in questo senso.

Prendiamo il loro caso ad esempio per capire in modo concreto come approcciare ReGIS per gestire finanziamenti PNRR, approfondendone funzionalità e dinamiche ancora poco note.

Nonostante il termine perentorio di inizio lavori entro il 31 dicembre 2022, oggi la piattaforma ReGis è ancora in fase di implementazione e alcune funzionalità non sono attive.

Pertanto non sussiste obbligo entro la stessa data di caricare sul ReGIS, o di inviare con altre modalità, la documentazione da cui si evinca l’inizio lavori. Basterà conservarla per un successivo caricamento perché sarà proprio il Ministero a richiederne a tempo debito il caricamento.

È in ogni caso possibile inserire i dati di pagamenti e relativi giustificativi nella gestione spese per procedere con la rendicontazione delle stesse verso l’Unità di missione del MIC Ministero della Cultura per la parte già sostenuta.

Si consiglia, prima di procedere con il rendiconto, di utilizzare sempre la funzione di pre-validazione per controllare che la documentazione inserita sia formalmente valida.

Per procedere alla rendicontazione su ReGis, la scadenza del giorno 10 di ciascun mese non è vincolante. Viene anzi consigliato dagli uffici competenti di rendicontare ogni volta che si sostenga una spesa per abbreviare i tempi di rimborso.

Finché non saranno rese note le istruzioni operative, le imprese di esercizio che avessero già ultimato i lavori non hanno al momento l’obbligo di caricare la documentazione relativa all’intervento.


Sei un soggetto attuatore che conosce la piattaforma ReGIS per gestire finanziamenti PNRR?

Sei titolare di un cinema o di un teatro che si è aggiudicato il finanziamento e temi di perdere i fondi?

Scrivi a info[at]pronext.it

Pronext ti saprà aiutare.


LEGGI ANCHE:

COS’È IL MOP?

Foto di Krists Luhaers via Unsplash

Parla con uno specialista Pronext
e richiedi la tua consulenza

logo

categoria-articoli-manager articoli-imprenditori categoria-articoli-gestione-aziendale